Vincenzo Vavuso: spartito per timpani assuefatti, cromostruttura - Arte concettuale Salerno | Vincenzo Vavuso

Vincenzo Vavuso
Vai ai contenuti

Menu principale:

File


torna a
cromostrutture



 



Titolo opera: Spartito per timpani assuefatti
Anno di realizzo: 2014
Tecnica: Cromostruttura
Dimensioni: cm 70 x 46 x 125 circa
Opera selezionata per la Triennale di Roma
Relazione tecnica: Prof. Franco Bruno Vitolo

spartito per timpani assuefatti

Descrizione  
Cromostruttura formata di oggetti reali, scomposti e sovrapposti. Per questo non ne è definibile con precisione la misurazione tridimensionale.  
Dalla base metallica quadrata, solidamente appoggiata a terra, si innalza verso l’alto un asse  ben incastrato nella base e nonostante sia contorto su se stesso, sostiene un tronco di legno trafitto insieme al libro, da un trapano vero.
Stabilmente appoggiato sul leggio, un libro aperto a metà, con le pagine centrali gualcite, bruciacchiate ed avvoltolate su se stesse. A destra del libro, emerge un braccetto di legno trafitto da una miccia di trapano, che con l’asse contorto evoca alla lontana una croce cadente.   

Significato e messaggio
Come gli altri lavori della serie “Rabbia e Silenzio”, Spartito per timpani assuefatti intende denunciare il violento attacco a cui sono sottoposti la Cultura, la Conoscenza, l’Arte (rappresentati dal libro e dal leggio-spartito), che proprio sulla scena dove dovrebbero essere esaltati, vengono trafitti e quasi messi in croce dall’Incultura generale e generalmente accettata (rappresentati dal trapano e dalla vite ben  infilzata), senza che intorno si avverta alcun segnale di protesta o di ribellione.   

Valore del titolo
Il titolo denuncia con evidenza il Gran Concerto dell’Indifferenza che nella società attuale si sta mettendo in scena con contestuale crocifissione dei valori più importanti dell’uomo, che, coincidendo con l’Arte e la Conoscenza, rappresentano il tesoro dell’Essere contrapposto all’aggressione dell’Avere e del Potere.

 
vincenzovavuso@vincenzovavuso.it
Copyright 2014
Torna ai contenuti | Torna al menu