Vincenzo Vavuso: sapere aude, cromostruttura - Arte concettuale Salerno | Vincenzo Vavuso

Vincenzo Vavuso
Vai ai contenuti

Menu principale:

File


torna a
cromostrutture



 


Titolo opera: Sapere aude
Anno di realizzo: 2014
Tecnica:
Dimensioni: cm
Relazione tecnica: Prof. Franco Bruno Vitolo



sapere aude


Descrizione  
Cromostruttura formata di oggetti reali, scomposti e sovrapposti. Per questo non ne è definibile con precisione la misurazione tridimensionale.  
È formato da due basi, quella alta e quella bassa, la prima formata da un libro bruciacchiato e gualcito travolto da un nodoso, ingombrante, asfissiante ingorgo informe e nodoso di aridi rami, la seconda da un libro scuro, non integro ma ancora evidentemente funzionale, adagiato accanto alla base di appoggio del leggio.
La base è composta da un libro scuro gualcito e bruciacchiato, ricoperto da un ammasso informe

Significato e messaggio
Come gli altri lavori della serie “Rabbia e Silenzio”, Sapere aude intende denunciare la violenza sociale (espressa dall’ingorgo informe e asfissiante dei rami) e la drammatica situazione di degrado progressivo (rappresentata dal libro bruciato e schiacciato), causata da un’indifferenza e da un conformismo senza etica che tolgono vita e aria alla Cultura e di riflesso alla Dignità umana.  
Il libro in basso, emarginato ma non privo di integrità, esprime invece la possibilità che con un atto di coraggio l’Uomo possa recuperare ciò che rimane dalla devastazione autolesionistica effettuata dalla nostra società e ripartire “dal basso” per recuperare quell’altezza di Dignità che gli compete.

Valore del titolo
Il titolo significa “Abbi il coraggio di conoscere” e richiama il motto degli illuministi di fine Settecento, che, per reazione ad una cultura ora vuota ora vincolata da anacronistici stereotipi della classicità, ora pregiudizialmente bloccata da dogmi religiosi e/o irrazionali, invitava tutti gli uomini ad utilizzare la Ragione, bene comune, ed a dedicarsi allo studio ed alla conoscenza, per recuperare il senso della Dignità e tradurla in Fratellanza e Libertà.  


 
vincenzovavuso@vincenzovavuso.it
Copyright 2014
Torna ai contenuti | Torna al menu