La pittura l'espressione di noi stessi | Vincenzo Vavuso - Arte concettuale Salerno | Vincenzo Vavuso

Vincenzo Vavuso
Vai ai contenuti

Menu principale:

File


torna a
bibliografia



La pittura: l'espressione di noi stessi

"La pittura: l'espressione di noi stessi" è un viaggio emozionante ed intrigante nella pittura Campana e non solo, degli ultimi due secoli. L'artista ed autore Vincenzo Vavuso, parte da un tuffo emozionato ed emozionante nelle amatissime radici dei paesaggisti d'Italia, innamorati dei nostri molteplici scenari, con descrizioni accurate e commenti non scevri. Un volume frutto d'amore e passione per l'arte, in cui l'autore scrive con fluida grazia, semplice ed essenziale, i vari movimenti artistici degli ultimi tre secoli, dividendo il tutto in sei capitoli. Vincenzo Vavuso, infatti, quando scrive non pensa a chi che legge, rendendo facile il difficile, digeribile l'indigesto. Questa è la sua profonda bellezza, rendere l'arte fruibile e comprensibile a tutti. L'autore nel suo compendio tende un aiuto agli appassionati, ai neofiti e non solo, nella lettura di un'opera d'arte, ovviamente non solo ciò che è percepibile nella visione di un quadro, ma tende a dare una profonda lettura e spiegazione "soggettiva" dell'artista nel momento del compimento artistico. Vincenzo Vavuso ci conduce per mano attraverso il mondo della nostra pittura, partendo dall'Ottocento fino a toccare il profondo file rouge del Contemporaneo e di dare una personale spiegazione dell'evoluzione artistica nell'arco dei secoli. Il volume in argomento, consta di circa 235 pagine, di 165  illustrazioni a colori e tratta circa 60 artisti. Tra questi tanti nomi di lustro, salernitani, campani, abruzzesi, costaioli e stranieri che si recavano con frequenza sulle nostre amate coste, come i fratelli Palizzi, Carelli, Scoppetta, Morelli, Mancini, Irolli, per citarne solo alcuni e per arrivare poi agli amabili "Costaioli" come Luca Albino, Antonio Ferrigno, Luigi Paolillo, Angelo Della Mura, Gaetano Capone ecc... Nel Novecento Campano molti furono gli artisti che spiccarono per la loro maestria, come Nicolas De Corsi, Eugenio Viti, Emilio Notte, Clemente Tafuri, Giovanni Panza, Gennaro Villani ecc.. Tra questi spuntano anche nomi di artisti minori che a mio avviso, hanno dato dimostrazione a 360° della loro bravura tra pennellate materiche e corpose fino ad ottenere una pittura impalpabile, tenue e in dissolvenza, come bene ha fatto Domenico de Vanna con L'opera "Belle Epoche". Compendio ideale non solo da leggere e studiare, ma anche da sfogliare e tenere sul comodino, facendoci così riscoprire, l'importanza visiva ed innovativa della nostra pittura. In coda excursus storico artistico, l'autore ha ritenuto opportuno inserire dei consigli pratici per gli appassionati neofiti, infatti spiega in modo preciso che cos'è l'expertise, il certificato di garanzia, come pulire un dipinto, dove ricavare le quotazioni degli artisti ed altre utili informazioni. Il volume vanta della prefazione del Prof. Massimo Ricciardi e della Postfazione del giornalista Michele Sessa. Inoltre il volume è stato premiato con medaglia d'oro al Concorso Internazionale "Lilly Brogi" di Firenze nell'anno 2011 e alla Festa del Libro in Mediterraneo con il premio intitolato "Costa d'Amalfi libri" nell'anno 2012.









Il volume in argomento, consta di circa 235 pagine, di 165  illustrazioni a colori e tratta circa 60 artisti.
Il lavoro dell'autore vanta della prefazione del Prof. Massimo Ricciardi e della Postfazione del giornalista Michele Sessa.
Inoltre il volume è stato premiato con medaglia d'oro al Concorso Internazionale "Lilly Brogi" di Firenze nell'anno 2011 e alla Festa del Libro in Mediterraneo con il premio intitolato "Costa d'Amalfi libri" nell'anno 2012.




 
vincenzovavuso@vincenzovavuso.it
Copyright 2014
Torna ai contenuti | Torna al menu