L'attesa - Arte concettuale Salerno | Vincenzo Vavuso

Vincenzo Vavuso
Vai ai contenuti

Menu principale:

File > Comunicazione vetrificata


torna a
comunicazione
vetrificata



 
 



Titolo opera: L'attesa
Anno: 2015
Tecnica mista
Dimensioni: cm 41x52x54
Relazione tecnica: Prof. Franco Bruno Vitolo

 


Scultura formata da pagine di giornale modellate e cristallizzate.
Partendo da una base irregolare, formata da un blocco dorato di giornali attorcigliati su se stessi, si slanciano verso l’alto due altri blocchi altrettanto asimmetrici, gualciti e qua e là irrorati da polvere nera di bruciatura, sulla cui cime si erge un quarto blocco, non più ondulato, in cui è chiaramente riconoscibile una pagina culturale del giornale La Città.
L’insieme è sostenuto nel retro da un blocco similare, seminascosto.
Il tutto forma una sorta di onda, capace di preparare il raddrizzamento finale, che assume così il sapore del successo di una scalata.
Il degrado della Cultura e la decadenza della lettura, caratteristica dell’intera mostra, sono rappresentate dalle bruciature e dalle gualciture che pervadono quasi indistintamente tutte le parti dell’opera, con intensità però decrescente a mano a mano che le forme si innalzano verso l’alto.   
In questa dimensione il messaggio prende corpo unitamente al gioco di parole del titolo. Liber – arsi è composto dalla parola latina liber, che significa libro, e dal participio aggettivale arsi, che sia in latino che in italiano significa bruciati. I due termini grammaticalmcnte non sono compatibili, ma concettualmente sì, in sintonia con la denuncia vavusiana dell’attacco sociale alla Cultura. Letti insieme, però, formano la parola liberarsi, che è la chiave di lettura delle forme in volo della parte superiore.
La liberazione non può avvenire se non attraverso un rinascimento culturale ed un rilancio della lettura dei giornali, in cui La Città può svolgere un ruolo demiurgico.
Se questo messaggio rimane nella mente dello spettatore, nell’occhio si imprime con forza il vorticoso impatto visivo delle forme che progressivamente si riavvolgono in volo in una artistica dimensione di aerea levità.


 
vincenzovavuso@vincenzovavuso.it
Copyright 2014
Torna ai contenuti | Torna al menu