Vincenzo Vavuso: in bilico - Arte concettuale Salerno | Vincenzo Vavuso

Vincenzo Vavuso
Vai ai contenuti

Menu principale:

File


torna a
spider art



 




Titolo opera: In bilico
Anno di realizzo: 2013
Tecnica: Fusione e cristallizzazione di materiali
Dimensioni: cm 59x79x27
Opera priva di tela in teca
Relazione tecnica: Prof. Franco Bruno Vitolo


 
In bilico

Descrizione  
Dipinto senza tela, fusione e cristallizzazione di materiali, formata di oggetti reali e di una base in olio di cm 59 x 79 x 27.  
Da un nero intenso, emerge nella parte centrale in alto un blocco, composto da un libro nero  schiacciato da uno scarpone che deborda dalla cornice. Qua e là, come effetto dello schiacciamento, si spargono pagine di libro, gualcite e bruciacchiate, che ad un certo punto esondano anche verso la cornice. Tutta la base è occupata da una ragnatela irregolare e non fitta, ma diffusa, fatta di fili ora sottili ora leggermente più spessi, alcuni dei quali  di colore rosso vivo.  

Significato e messaggio
Come gli altri lavori della serie “Rabbia e Silenzio”, In bilico intende denunciare la violenza sociale (espressa dallo scarpone)  e la prigionia emarginante (rappresentata dalla ragnatela) a cui sono sottoposte la Cultura e di riflesso la Dignità umana, ad opera di una società indifferente e conformista, poco propensa al silenzio della riflessione e della conoscenza.
Non è un’emarginazione indolore: alcuni fili della ragnatela che lentamente avvolge l’opera sono rossi, quindi  color sangue, ad indicare la ferita violenta ed innaturale che viene inferta all’Intelligenza ed alle Potenzialità dell’Uomo.
Ma le maglie della ragnatela non sono ancora strettissime: ed alcuni piccoli frammento di carta forse stanno riuscendo a trovare la strada dell’uscita.  Forse, non tutto è perduto…

Valore del titolo

Il titolo evidenzia la pericolosa situazione in cui ci stiamo mantenendo, come equilibristi allo stremo delle forze, a stento in bilico appoggiati ad una corda sospesa sull’abisso. Continuando così, al prossimo passo, sarà la caduta definitiva. A meno che non si voglia seguire il cammino di quei frammenti di pagina che cercano di uscire dalla ragnatela dirigendosi verso “l’uscita”…



 
vincenzovavuso@vincenzovavuso.it
Copyright 2014
Torna ai contenuti | Torna al menu