Vincenzo Vavuso: Il cuore sotto i tacchi, cromostruttura - Arte concettuale Salerno | Vincenzo Vavuso

Vincenzo Vavuso
Vai ai contenuti

Menu principale:

File


torna a
cromostrutture



 



Titolo opera: Il cuore sotto i tacchi
Anno di realizzo: 2014
Tecnica: cromostruttura
Dimensioni: cm 45x37x36
Relazione tecnica: Prof. Franco Bruno Vitolo

 
il cuore sotto i tacchi

Descrizione  
Cromostruttura di cm  45 x37x36.
La base di legno, rivestita di uno strato di pagine di libro gualcite e bruciacchiate, è occupata da un blocco sovrastato da una elegante scarpa di donna lucida color nero da cui fuoriesce una calza autoreggente dello stesso colore. Il tacco lungo ed affilato,  trattiene  un rotolo di libro bruciacchiato e, più indirettamente, altre pagine ed un ramo di legno che si contorce sotto il peso. Dal punto in cui il tacco penetra la mano che fa capolino tra i rami e le pagine, cola verso il basso una striscia color sangue.

Significato e messaggio
Come gli altri lavori della serie “Rabbia e Silenzio”, Il cuore sotto i tacchi intende denunciare la violenta azione di emarginazione a cui è sottoposta la Cultura, e di riflesso la Dignità umana, ad opera di una società che si lascia addomesticare dalla ricerca dell’eleganza fine a se stessa e di una vacua estetica di consumo. Proprio mentre crede di aver raggiunto la piena bellezza, rappresentata qui dalla scarpa raffinata e ben tornita, sta invece schiacciando a sangue quelle che sono le sue qualità migliori, cioè la Cultura e la Conoscenza, qui simboleggiate dalle pagine e dal rotolo di libro, e la condizione naturale, qui simboleggiata dal ramoscello distorto.
Ma tutta la base è coperta di pagine, pur se gualcite e bruciacchiate, è il segno che dovunque c’è vita lì c’è una Cultura che dà vita alla Vita. Maltrattarla significa maltrattare la Vita stessa.

Valore del titolo
Il titolo crea con evidenza un elastico tra la descrizione reale di quel tacco aggressivo e tagliente ed il suo significato metaforico: il Cuore è la Cultura, è La Conoscenza, è l’Arte, vale a dire gli irrinunciabili tesori dell’Umanità. E, sempre nella metafora, il cuore sotto i tacchi indica anche l’umore nero che nasce da tale constatazione. Ma si può sempre reagire. Con tutto il cuore.


 
vincenzovavuso@vincenzovavuso.it
Copyright 2014
Torna ai contenuti | Torna al menu