Daniele Menicucci critico d'arte | Vincenzo Vavuso - Arte concettuale Salerno | Vincenzo Vavuso

Vincenzo Vavuso
Vai ai contenuti

Menu principale:

Critiche


torna a
critiche

 

Daniele Menicucci

Vincenzo Vavuso ci stupisce ancora nella sua ultima mostra personale nella sua Salerno. Comune si ritrova lo spessore artistico già individuato e perseguito nella sua precedente esposizione personale presso La Pergola Arte di Firenze. L’arte di Vavuso possiede il gusto moderno della contemporaneità che vive, abbinato allo stupore alchemico dell’interesse umano che cattura il lavoro di questo Artista, un lavoro che applica cerebralmente ed emotivamente onde indurlo a cimentarsi in moduli di nuovo sapore, un sogno ammirato d’armonia, per tutto ciò che lo circonda. L’Artista è anche un fine letterato e studioso dell’arte Campana; da ricordare il volume “La pittura: l’espressione di noi stessi” edito nel c.a. 2012 dalla Terra del Sole Editore. Stigmatizza l’essere Uomo – Artista in questi tempi di cambiamenti sociali, dando forma ad una girandola di molteplici emozioni fermandole sulle tele con vertiginosa reazione di segni e colori dando corpo a quell’iter di emozioni firmate “VAVUSO” che soltanto un grande Artista campano può concepire. Il bello, il sentito, il vissuto si intrecciano così in un unicum facendo risaltare l’autore di queste opere come compositore di un orchestrato certamente suonato sopra le righe di un comune sentimenti pittorico. Abbiniamo Vincenzo Vavuso ed il suo lavoro tra quei personaggi del passato di grande spessore rinascimentale che vissero con l’Arte, per l’Arte, attraverso l’Arte. Uomini luminari che portavano avanti l’indistruttibile percorso artistico per cui erano stati creati, nel sistema cui fermamente credevano: La meravigliosa “Idea dell’Arte”. A Vincenzo Vavuso emulo nuovo di questi grandi del passato porgiamo con orgoglio e referenza gli auguri di una splendida carriera in nome dell’Arte pittorica moderna immortale.

-----


Questa è la mostra pittorica dell' artista Vincenzo Vavuso che si svolge attraverso gli spazi di un rapporto umano-universo di difficile realizzazione. L' artista arriva ad attuare questo percorso attraverso l' immagine che gli detta la sua coscienza, verso la comprensione umana. Arriviamo così a decifrare opere come Big Bang fino ad arrivare a "Via lattea" e "Alieni" dove e descritta in maniera informale la presenza di figure immaginarie che in pittura è difficilissimo catalogare. Merita ammirazione il percorso creativo intrapreso da Vincenzo Vavuso per l' astrazione che compie complici materia e colore che gli valgano un naturale passaggio di prova dove solo i grandi artisti osano cimentarsi. Le sue opere si spingono in visioni di grande drammaticità corredate da quell' alone personale che solo l' artista Vincenzo Vavuso adopera magistralmente attraverso i suoi sentimenti collocandoli nelle sue tele. L' azzurro dell ' opera "Before" traccia il significato più tangibile, l' amore, che comunica la sua opera a cui tutti possono accedere. Guardando le opere dell' artista arriva diretto fino a noi il fil rouge della Genesi che lega l' uomo al suo spazio-tempo e lo accompagna verso l' oltre, un oltre che sono le visioni più pacate di Vincenzo Vavuso verso l' ignoto che lo circonda. Un problema d' identificazione avranno i visitatori davanti a tele difficili e splendide come "Tempesta nel Cosmo", "Maturità" e "Anime nell' oscurità" opere personali che precorrono gli stadi del nostro immaginario sulla creazione. L' artista maestro pittore lo abbiniamo idealmente a Dante Alighieri, sommo poeta, per la forza e il coraggio di descrivere e trasmettere il non vissuto ed il non visto, uniti nel gorgo poetico mentale che permette di narrare e decifrare il mistero.


 
vincenzovavuso@vincenzovavuso.it
Copyright 2014
Torna ai contenuti | Torna al menu